RAZZI  VETTORI  AMERICANI  USA
 HOME     ASI        ESA       NASA     ROSAVIAKOSMOS    HUBBLE     SATELLITI    ISS    PROPULSIONE    GALLERY 
  SPACE ///    LE GALASSIE    LE STELLE    IL SISTEMA SOLARE    PIANETI INTERNI   PIANETI ESTERNI    IL SOLE

     Credit immagini NASA 

SATURN V - MISSIONE APOLLO - NASA - USA

È il razzo che ha portato l'uomo sulla Luna nel 1969. Il primo stadio con 5 motori F1 utilizza Kerosene e Ossigeno liquido. Il secondo stadio utilizza 5 motori J2 a idrogeno e Ossigeno liquidi. Il terzo ed ultimo stadio ha 1 motore J1 a idrogeno e Ossigeno liquido. Il carico è costituito dal’Apollo che contiene all’Interno il modulo LEM che atterrerà sulla luna, il CSM Comand Servise Modul (l’insieme del CM Command Module che è l’unico che ritornerà sulla Terra e l’SM Servis Module) e dal LES (Launch Escape System) che è un sistema di 

                 Apollo 15

sicurezza da azionare in casi di pericolo durante la fase ascensionale del mezzo. Anche il CSM e il LEM sono dotati di semplici propulsori liquidi

                         CSM

        AEREI             ELICOTTERI       DIRIGIBILI           MOTORI              SCHEDE AEREI ELICOTTERI 
       RAZZI VETTORI            USA           EUROPA - ESA          RUSSIA - UKRAINA                  ASIA    
 

                                   LO SPACE SCHUTTLE - NASA - USA

Altezza Space Shuttle 56.14 m e dell'Orbiter 37.23 m, Apertura alare 23.79 m,  Carico massimo trasportabile 29 tonnellate, compie orbite da 185 a 670 Km, posti massimo 10 passeggeri ma di solito sono da 5 a 7 passeggeri.

È provvisto di un serbatoio esterno ET con idrogeno e ossigeno liquidi che alimenta i tre motori principali e sarà sganciato e perso definitivamente quando lo Space Shuttle entra in orbita. I due razzi a combustibile solido servono per la spinta iniziale e saranno i primi ad essere sganciati e in seguito recuperati in mare. Nella stiva lo Shuttle può portare uno o più carichi (satelliti, moduli, dispositivi vari). Lo Space Shuttle rientra come un aeroplano, planando su di una predisposta lunga pista con l’eventuale apertura di un paracadute per ridurre lo spazio di arresto sulla pista. Le ali dell'Orbiter servono principalmente per questa fase di rientro a terra durante il quale viene messo a dura prova lo scudo termico che riveste il ventre dell'Orbiter. Prima dello Space Shuttle gli astronauti americani rientravano a terra dentro a delle capsule, protette alla base da uno scudo termico, ammarando con degli paracadute.

         Credit foto NASA   

               DELTA FAMILY - BOEING - USA

Il programma dei lanciatori Delta fu avviata nei primi anni di vita della NASA e la Boeing ne assunse l'incarico sviluppando come 1°stadio il missile Thor e come 2° e 3° stadio il razzo Vanguard. D'allora si è costituita una famiglia di razzi Delta che attualmente comprende il Delta II e il Delta IV in diverse configurazioni dipendenti dalla massa del payload.

                   

 

Insieme al vettore Atlas ha determinato il ritiro del famoso vettore Titan. In generale vi sono 2 stadi criogenici ad ossigeno e idrogeno liquidi. Il Core Booster CBC del 1°stadio può essere circondato da 2 sino a 11 strap-on Solid Rockets GEM. Inoltre è possibile utilizzare un 3°stadio consistente in un Star 48B solid rocket motor o da un'altro.

Il Delta IV Heavy invece dei boosters GEM utilizza altri 2 first stage CBC (strap-on liquid rocket boosters) per aumentare la capacità di spinta. Le dimensioni del Fairing dipendono dal carico.

   Credit immagini : ULA

   ATLAS FAMILY - Lockheed Martin - USA

Successo della Lockeed Martin, la nascita del progetto Atlas risale al dopoguerra come missile militare. Il 1°stadio è costituito da un CCB comon core booster o attualmente da un Atlas V booster, circondato da 0 a massimo 5 strap-on solid rockets booster. Il 2° stadio è uno stadio ad ossigeno e idrogeno liquido criogenico Centaur. Il Fairing racchiude il payload ed eventualmente in alcune versioni anche il 2°stadio. Nella versione Heavy sono collocati 3 first stages in parallelo come per il vettore Delta.

         

                                                                               
  SPACE ///    LE GALASSIE    LE STELLE    IL SISTEMA SOLARE    PIANETI INTERNI   PIANETI ESTERNI    IL SOLE
 HOME     ASI        ESA       NASA     ROSAVIAKOSMOS    HUBBLE     SATELLITI    ISS    PROPULSIONE    GALLERY 
                                                                                PROPRIETÀ ARTISTICA E LETTERARIA RISERVATA